Santuario della Madonna dell’Aiuto a Roccafiorita

  • Religiosi

Nella Città Metropolitana di Messina, il Monte Kalfa raggiunge con le sue vette i mille metri sul livello del mare: qui, da oltre settant’anni si trova il Santuario della Madonna dell’Aiuto di Roccafiorita, un luogo di culto le cui origini affondano nella memoria della Seconda Guerra Mondiale.
È infatti il 1942, quando durante una battaglia il Sergente Maggiore Carmelo Occhino affida la sua vita alla protezione della Vergine Maria e riesce a sopravvivere. In onore di questa grazia ricevuta, l’anno successivo il Sergente commissiona allo scultore La Rosa una statua della Madonna, che fa benedire anche da Papa Pio XII.
Il bellissimo simulacro, conquistata anche l’attenzione del Pontefice, giunge a Roccafiorita nel 1944, con la promessa della costruzione di un Santuario in cima al Monte Kalfa, subito dopo la fine della guerra. E fu così che, nel maggio del 1945, iniziarono i lavori che portarono alla costruzione della mulattiera, prima, e poi del Santuario vero e proprio, lavori che terminarono nel 1950. Alla costruzione del Santuario si dedicarono anche tutti i membri della comunità religiosa di Roccafiorita.

L’architettura del Santuario della Madonna dell'Aiuto a Roccafiorita e cosa ammirare all’interno

L’edificio si erge solitario a 1000 metri s.l.m. offrendo dal parapetto una vista spettacolare sulla Valle d’Agrò, fino allo Stretto di Messina, sull’Etna e sull’Isola di Salina.

Il Santuario della Madonna dell’Aiuto a Roccafiorita è un grande edificio in pietra; il corpo centrale è diviso in tre navate e fiancheggiato dall’alto campanile. Sempre all’esterno, è possibile ammirare la prima pietra della costruzione, posta dagli abitanti di Roccafiorita e la Rosa dei Venti con i nomi degli altri Santuari dedicati al culto Mariano, con le relative distanze dai principali luoghi di fede.

Se da fuori l’edificio sacro appare compatto, rassicurante e armonioso, questa prima impressione è confermata facendo ingresso nell'edificio, dove si trovano archi a dividere le navate, affreschi e bassorilievi, affascinanti opere di arte sacra, come il Crocifisso e la lapide in marmo in memoria del Sergente Occhino.

Cosa fare presso il Santuario della Madonna dell'Aiuto a Roccafiorita e nei dintorni

Salire in cima al Monte Kalfa è già di per sé un’esperienza affascinante, perché permette di raggiungere un luogo di preghiera e raccoglimento, ma anche di raggiungere la Casa del Pellegrino e poco distante, su una piccola collina, di seguire le Stazioni della Via Crucis, per un’esperienza di fede davvero intensa; naturalmente il percorso è aperto anche ai visitatori che giungono per interessi artistici o paesaggistici: il Santuario della Madonna dell’Aiuto a Roccafiorita è un luogo di sereno raccoglimento che accoglie tutti i suoi pellegrini.

Dopo una visita al Santuario con le sue bellezze, tornate a Roccafiorita, dove potrete visitare la Chiesa di Maria Santissima dell’Immacolata. Terminato il tour nel centro storico del paese, che lo ricordiamo, ha origini radicate in epoca romana, potrete esplorare anche i dintorni, ad esempio la splendida spiaggia di Letojanni col suo arenile in ciottoli e le acque trasparenti, oppure il Palazzo Corvaja, che si trova a soli 21 km dal paese, a Taormina. Sempre nei pressi di Taormina, troverete il Santuario della Madonna della Rocca, per chi desidera effettuare un vero e proprio pellegrinaggio nei luoghi di culto della zona, mentre se pensate di aggiungere una tappa al museo nel vostro tour, perché non raggiungere il Museo Naturalistico Regionale di Isolabella e Villa Caronia, a soli 20 km, dove potrete addentrarvi nella splendida insenatura di Capo Taormina, risalendo tra i vialetti dei terrazzamenti e visitando la villa, in un panorama senza eguali?.

Da Roccafiorita, potete raggiungere facilmente anche i centri di più grandi dimensioni, come Messina a circa 55 km o Catania a 64 km.

Come arrivare al Santuario della Madonna dell'Aiuto a Roccafiorita

A Roccafiorita, nella Città Metropolitana di Messina, si arriva facilmente sia in macchina, sia in treno.
Chi viaggia in auto, può prendere l’A18 Messina-Catania, svoltando all’uscita per Taormina, che si trova a circa 7,5 km dal paese; chi viaggia in treno potrà comodamente scendere alla Stazione di Santa Teresa di Riva, che si trova a 8,8 km dal centro, e proseguire il viaggio in bus o navetta.

Recensione

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Aperto
  • Lunedì Open
  • Martedì Open
  • Mercoledì Open
  • Giovedì Open
  • Venerdì Open
  • Saturday Open
  • Sunday Open

Tutte le fasce orarie sono riferite al fuso orario locale

Scopri di più sulla città di

Roccafiorita

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti