La Sfince di San Giuseppe di Alimena, ricetta tipica

Per conoscere la Sfince di San Giuseppe di Alimena occorre rifarsi all’arte della pasticceria siciliana che affonda le sue radici in un remoto passato dove questa si coniuga sia con il mito che con la religione.

Quanto prodotto oggi in Sicilia è il frutto di popoli e culture che nel corso dei millenni si sono succeduti sull’isola a partire dai Sicani e proseguendo con Siculi, Fenici, Greci, Romani fino ad arrivare agli Spagnoli passando per Arabi e Normanni.

Ogni dominazione ha apportato il suo contributo anche in fatto di gastronomia ma va ricordato che le vere radici della pasticceria dell’isola sono connesse con i riti sacri come quelli, ad esempio, dedicati alla Dea Madre e che produssero un primo dolce a forma di cuccia costituito da un amalgama di frumento, latte e miele.

Dai Greci che portarono il mandorlo agli Arabi che utilizzarono miele e pasta di mandorle, ogni popolo ha lasciato la sua indelebile impronta.

La Sfince di San Giuseppe e la sua storia

Per chi non conoscesse la sfince di San Giuseppe di Alimena deve immaginarsi dei grossi bignè fritti dalla forma alveolata ripieni di una crema di ricotta miscelata a zucca candita arricchita di gocce di cioccolato e abbelliti da una grezza granella di pistacchi mischiati a delle scorrette di arance candite.

Questo dolce lo si deve all’inventiva delle suore del Monastero delle Stimmate di San Francesco che alcuni secoli orsono crearono le sfince come umili dolci cosparsi di miele da consumare in occasione della festività di San Giuseppe il 19 marzo. Dalla ricetta originale, nel corso del tempo, i pasticceri siciliani trassero ispirazione per modificarla arricchendola con altri colorati ingredienti tanto da realizzare il prodotto così come viene preparato ai giorni nostri e che viene servito tutto l’anno e non solo nelle pasticcerie palermitane.

La ricetta della sfince di San Giuseppe data la sua semplicità, può essere realizzata anche in casa da tutti, bisogna prestare attenzione solamente durante la frittura delle bignole che devono essere cotte ad una temperatura elevata tuttavia non eccessiva affinché il bignè si gonfi in modo ideale.

Ricetta delle Sfince di San Giuseppe

Ingredienti necessari:

  • Farina per dolci 300 gr
  • 6 uova e 6 tuorli
  • burro 100 gr
  • un pizzico di sale
  • acqua 425 gr
  • ricotta fresca di pecora 300 gr
  • zucchero 200 gr
  • cioccolato fondente 100 gr
  • zucca 50 gr
  • scorzette d’arancia candita.

Preparazione step by step

Per le Sfince

Sciogliere lo strutto e il sale in un tegame insieme all’acqua e portare a bollore e quando raggiunto, aggiungere poco alla volta la farina opportunamente setacciata mescolando il tutto in modo continuo per circa 5-10 minuti, ossia il tempo necessario perché il composto prenda il colore della cera e si stacchi dalle pareti del tegame.
Una volta giunti a questo risultato, mettere l’impasto in una terrina per farlo intiepidire e incorporare un uovo intero e poi, sempre a poco a poco, i bianchi battuti a neve, aspettando ogni volta che si siano bene assorbiti nella pasta prima di passare al successivo tuorlo o al resto delle chiare fino a ottenere un composto liscio avente consistenza cremosa e densa. Cuocere 3-4 cucchiaiate di composto per volta in abbondante olio caldo a 165 °C rigirandoli di tanto in tanto fino a farlo gonfiare e dorare bene prima di mettere i bignè su della carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso.

Per il ripieno della sfince

Mettete la ricotta di pecora a sgocciolare in un colino prima di farla riposare in frigorifero finché non avrà perso il siero. Successivamente passare a setacciarla per poi mescolarla in una terrina insieme allo zucchero aggiungendo gocce di cioccolato e la zucca candita a dadini.

Per l’abbellimento della sfince di San Giuseppe di Alimena, dopo aver farcito con sufficiente di crema di ricotta sia l’interno sia la superficie superiore delle sfince passate a guarnirla con granella di pistacchi, una ciliegia candita e una scorzetta di arancia candita.

Condividi

Lascia un commento

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti