Museo Regionale della Ceramica di Caltagirone

  • Musei

Il museo della ceramica di Caltagirone, una struttura che racchiude tutti i segreti di quest'arte, a partire dalla preistoria in poi. D'altra parte le ceramiche di Caltagirone sono da sempre conosciute e apprezzate nel mondo, quindi non poteva mancare una raccolta permanente dedicata a tutti gli appassionati d'arte. Per coloro che non vogliono perdersi queste meraviglie, ecco tutte le informazioni necessarie per visitare il museo della ceramica di Caltagirone.

Storia del museo della ceramica di Caltagirone

Il museo della ceramica è il secondo più importante in Italia dedicato a quest'arte, dopo quello di Faenza: al suo interno sono raccolti ben 2500 reperti che raccontano l'evoluzione della ceramica dalla preistoria, visto che i primi reperti sono del IV secolo a.C., fino all'epoca moderna.

Il museo è stato inaugurato nel 1965, proprio per racchiudere in una sola sede tutti i reperti storici legati alla ceramica che erano stati ritrovati in diversi e numerosi scavi archeologici della zona e non solo. La struttura che ospita il museo, invece, è una costruzione che è stata edificata negli anni Cinquanta e che è stata pensata proprio per ospitare una collezione così ricca e solenne, come dimostra l'elegante porticato in colonne che si trova proprio al di fuori dell'ingresso principale del museo, che crea una bellissima e suggestiva arcata.

L'architettura ed eventuali opere d'arte presenti nel museo della ceramica di Caltagirone

Al suo interno il museo prevede sette differenti sale. La prima è la sala didattica, all'interno della quale si può ammirare una panoramica generale della ceramica, dall'inizio della sua produzione fino ai giorni nostri. Il pezzo più antico di questa sala è un vaso che risale al V secolo a.C.

La seconda sala, invece, è dedicata alla ceramica preistorica e qui si possono ammirare pezzi di fattura bizantina, greca e sicula. Nella terza e quarta sala ci sono le ceramiche che riguardano il periodo medievale: si possono ammirare anche i forni di produzione, anche se si tratta di riproduzioni.

C'è poi la sala rinascimentale, con tanti esempi di ceramiche realizzate nei tipici colori di Caltagirone. La sala della ceramica barocca raccoglie invece tutti i prodotti realizzati fino al secolo XVII. Infine la sala principale è quella che conserva tutte le ceramiche, in prevalenza di Caltagirone, realizzate fra la fine del XVII secolo e la fine del XIX.

Cosa è possibile fare nei dintorni o all'interno del museo della ceramica di Caltagirone

Una visita in città permetterà ai turisti di scoprire molto altro oltre al museo della ceramica di Caltagirone. Una visita guidata non può che partire dalla basilica di San Giuliano, la principale chiesa della città: si tratta di un'originaria struttura normanna che però, a causa dei numerosi terremoti nella zona, ha subito diverse ricostruzioni.

La chiesa del Signore del Soccorso è dei primi anni del Settecento e nasce per una leggenda che racconta che sul territorio interessato dall'edificazione fu trovato un dipinto sacro. Dal punto di vista dell'architettura civile, invece, è da segnalare la stazione di Caltagirone, che è stata edificata nella seconda metà dell'Ottocento e conserva il suo stile liberty. Molto bello anche il teatro Politeama Ingrassia, dedicato al celebre attore comico siciliano: è ospitato in una struttura risalente al 1907 e perfettamente conservata. Da non perdere, infine, l'esposizione dei presepi di Caltagirone.

Come è possibile arrivare a Caltagirone

Chi desidera visitare il museo della ceramica di Caltagirone potrà farlo partendo con la propria macchina. Da Catania bisogna percorrere la Ss417, mentre per coloro che partono da Palermo dovranno preferire la A19 e poi proseguire il viaggio sulla E932. Da Messina la strada più indicata è l'A18, invece da Agrigento conviene prendere la Ss115. Per coloro che si muovono da Trapani occorre seguire la E90, da Siracusa la Ss385, da Enna infine la Ss124.

Caltagirone ha una sua stazione ferroviaria che si trova lungo la linea che collega Catania a Gela, quindi è facile raggiungere la località anche in treno. Per coloro che preferiscono il bus, è possibile viaggiare su quelli locali messi a disposizione dall'azienda AST.

  • arte

Recensione

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Aperto
  • Lunedì Open
  • Martedì Open
  • Mercoledì Open
  • Giovedì Open
  • Venerdì Open
  • Saturday Open
  • Sunday Open

Tutte le fasce orarie sono riferite al fuso orario locale

Scopri di più sulla città di

Caltagirone

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti