La Festa di San Nicola di Bari a Saponara

  • Feste

  • Religiosi

Data dell'evento

  • 6-8
  • Dicembre

Cosa c’è da sapere sulla Festa di San Nicola di Bari a Saponara

Il Santo Patrono di Saponara è San Nicola di Bari e, come avviene tradizionalmente in tutti i paesi, questa figura viene omaggiata dalla celebrazione di una festa in suo onore dove partecipa tutta la comunità.

A Saponara, la Festa di San Nicola è particolare in quanto dura tre giorni includendo anche quelli dedicati alla Madonna Immacolata che si festeggia l’8 dicembre.

La storia legata alla Festa di San Nicola di Bari a Saponara

Tutto è da rifarsi ad un’antica tradizione che ha originato una festa che dura ben tre giorni.

Il primo giorno, ossia il 6 di dicembre, avviene la processione per le vie di Saponara, del busto argenteo di San Nicola, il Santo Patrono. Il giorno dopo, viene celebrata la popolare Festa del Quadrittu mentre l’8 dicembre viene celebrata con una popolata processione, l’Immacolata la cui bellissima statua viene portata in corteo per le vie di Saponara.

La chiesa consacrata a San Nicola è anche la più importante chiesa del paese e si eleva sulla centrale Piazza Matrice. Al suo interno trova spazio, un seicentesco mezzobusto opera di un ignoto artista di Messina, che raffigura il Santo Patrono che indossa la vescovile mitra e con una mano regge il Vangelo e con l’altra benedice.

Ad un lato dell’altare maggiore è possibile ammirare, nella cappella di San Nicola, una splendida tela dipinta dal Crestadoro che raffigura la SS. Trinità insieme a San Nicola.

Sempre all’interno della chiesa è possibile ammirare un affresco che vede San Nicola operare un miracolo dove, il vescovo di Myra, sta resuscitando due asinelli.

Cosa fare durante la Festa di San Nicola di Bari a Saponara

Anticipata da una novena recitata nella chiesa Madre, la Festa vede la sua celebrazione verso la sera del 6 dicembre con il simulacro e la Reliquia portata in processione per tutte le strade del borgo.

Parallelamente, durante lo stesso periodo alla chiesa dell’Immacolata, si recita una novena in onore della Madonna, una figura religiosa molto sentita dai cittadini di Saponara.

Edificata agli inizi del XVII secolo, la chiesa dell’Immacolata inizialmente era dedicata a Santa Caterina d’Alessandria.

La chiesa conserva al suo interno, una bellissima statua lignea che raffigura l’Immacolata Concezione che, il giorno 8 dicembre viene portata in processione per tutta la cittadina.

Sempre da questa chiesa parte la processione del giorno prima, ossia del 7 dicembre, conosciuta come la festa del Quadrittu.

Anche questa è una festa che affonda le sue radici in un remoto passato, esattamente nel Seicento quando i signori del feudo di Saponara erano i Moncada.

In quel tempo i carbonai del paese dovevano trascorrere molto tempo sui monti Peloritani e questo impediva loro di partecipare alla vita sociale e religiosa di Saponara. Così, per ribellione di quella che ai loro occhi era una vera e propria ingiustizia e contrariamente a quanto stabilito dai notabili e dal clero della cittadina, decisero di portare in processione una tela raffigurante la Madonna.

Era il giorno dopo della festa di San Nicola di Bari a Saponara e quello che precedeva la processione dell’Immacolata dell’8 dicembre e quella sera scesero tutti dai monti raggiungendo la chiesa dell’Immacolata da dove presero il quadro della Vergine Maria e, senza avvisare la popolazione, lo portarono in giro per il paese illuminando la processione con delle torce accese.

Da quel momento in poi, nacque la tradizione che dura tutt’oggi e che consiste di celebrare quello che si dice U’Quadrittu, portandolo in processione la sera del 7 dicembre alle nove di sera in punto. Il corteo è condotto dal capomastro che bussa al portone della chiesa con un martello per tre volte in attesa che il parroco apra loro e consegni il quadro dell’Immacolata.

Per evitare che la tela originale possa correre il rischio di danneggiarsi a causa delle scintille provocate dai torcioni accesi, si utilizza una sua copia. La processione finisce solo a notte fonda quando, ultimato il giro, la tela sarà riportata in chiesa per essere posta nella sua sistemazione originale.

Quando si svolge la Festa di San Nicola di Bari

La Festa di San Nicola di Bari viene celebrata ogni anno dal 6 all’8 dicembre con una serie ben definita di manifestazioni dove, oltre alla locale popolazione, partecipano anche fedeli e turisti provenienti da ogni parte.

Dove si svolge la Festa di San Nicola di Bari a Saponara

La Festa di San Nicola di Bari a Saponara origina proprio nella chiesa dedicata al Santo Patrono da dove poi partirà la processione che interesserà tutte le vie del piccolo borgo messinese.

Come arrivare a Saponara

In auto: la città è collegata con Messina, Catania e Palermo - dalle quali dista rispettivamente 25 e 225 Km - sia dalla Strada Statale 113 che dalla A20 (uscita al casello di Rometta).

Recensioni

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Scopri di più sulla città di

Saponara

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti