Il Santuario della Madonna delle Grazie a Torretta

  • Religiosi

Una visita al Santuario della Madonna delle Grazie a Torretta vuol dire scoprire più da vicino la storia del borgo e toccare con mano la fede della popolazione. La parrocchia principale di Torretta è quella intitolata alla Madonna delle Grazie ed ha una storia molto particolare, visto che la sua costruzione si è allungata nel tempo a causa della mancanza di fondi.

Storia del Santuario della Madonna delle Grazie a Torretta

La costruzione del Santuario della Madonna delle Grazie iniziò nel 1636 ma qualche anno dopo i lavori si interruppero poiché non c'erano i fondi sufficienti per riuscire a portare a termine il compito. Per fortuna, nel 1712 il Santo Tomasi contribuì con una somma significativa la costruzione, che così fu completata.

Nel 1720 fu organizza fu organizzata l' inaugurazione e la consacrazione della chiesa che venne intitolata proprio alla Madonna delle Grazie, una figura molto amata dagli abitanti del paese. Nel 1954 fu affidato il compito di affrescare gli interni della struttura all'artista Bellavista, un pronipote del famosissimo Paolo Vasta nonché seguace della scuola di Giuseppe Sciuti. Gli affreschi da lui realizzati parlano dell'Eucarestia e delle imprese della Madonna.

L'architettura ed eventuali opere d'arte presenti nel Santuario

Dal punto di vista architettonico, il Santuario della Madonna delle Grazie è un esempio di arte romanica . Al suo interno spicca per bellezza il dipinto che raffigura la Madonna delle Grazie, che è posizionato proprio sull'altare maggiore.

Un altro dipinto che merita uno sguardo approfondito è quello che ritrae la Madonna di Valverde e che è stato realizzato su tavoletta in legno. Inoltre all'interno del santuario è custodita una reliquia molto importante, un braccio dell'amato Santo Giuseppe M. Tomasi. Non è però l'unica, visto che sono presenti anche un ermellino cardinalizio e alcune bolle papali di varie epoche.

Un'opera che raccoglie l'attenzione di tutti è il grandissimo crocifisso di legno che fu realizzato nel 1756 mentre di epoca incerta è la statua a grandezza naturale di San Calogero che è anche il protettore del borgo di Torretta e a cui è dedicata la Festa di San Calogero il 18 Giugno. Infine, l'elemento più prezioso che si trova all'interno del Santuario della Madonna delle Grazie a Torretta è certamente il tabernacolo che è stato realizzato in argento cesellato e decorato a mano: dietro la sua porticina con serratura, vengono conservate le ostie consacrate.

Cosa è possibile fare nei dintorni del Santuario della Madonna delle Grazie

Certamente uno dei punti di maggiore interesse a Torretta è rappresentato dalle sue spiagge e dal mare azzurro e incontaminato, tuttavia anche dal punto di vista culturale il paese è ricco di sorprese. Un elemento che caratterizza il suo skyline è rappresentato dalle torri di avvistamento che sono presenti lungo tutto l'arco della scogliera: alcune di esse sono ancora perfettamente conservate, come Torretta Granitola oppure quella conosciuta con il nome di Antico faro.

Il momento più bello per visitare Torretta è certamente quello di Natale, anche perché in paese viene organizzato il presepe vivente che per qualche giorno trasforma il borgo in un paesino medievale , per scoprire da vicino usi e costumi dell'epoca. Nelle immediate vicinanze di Torretta, poi, si può ammirare la Grotta della Za Minica, una formazione naturale che ha una storia millenaria e che si chiama così perché la leggenda vuole che al suo interno abitasse una strega.

Come è possibile arrivare a Torretta

Coloro che desiderano visitare il Santuario della Madonna delle Grazie a Torretta potranno raggiungerlo da Palermo percorrendo l'E90 mentre da Catania sarà necessario semplicemente seguire l'A19.
Da Messina la strada consigliata prevede di percorrere prima l'A20 e poi la E90 mentre da Agrigento si consiglia di prendere la Ss121. Da Trapani la strada più indicata è l'A29 e poi la E933, da Siracusa la A19 e poi la E932, infine da Enna la stessa strada indicata a chi parte da Catania , quindi l'A19. Chi desidera raggiungere Torretta in treno, dovrà fare riferimento alle stazioni di Carini Torre Ciachea oppure di San Lorenzo, visto che il borgo non possiede una sua stazione ferroviaria. Il viaggio potrà poi continuare fino a destinazione grazie alle linee locali di autobus messe a disposizione dall'AST.

Recensione

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Aperto
  • Lunedì Open
  • Martedì Open
  • Mercoledì Open
  • Giovedì Open
  • Venerdì Open
  • Saturday Open
  • Sunday Open

Tutte le fasce orarie sono riferite al fuso orario locale

Scopri di più sulla città di

Torretta

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti