Chiesa San Michele Arcangelo a Sinagra

  • Religiosi

La chiesa, eretta tra la metà e la fine dell’Ottocento su di un preesistente edificio religioso, fu dedicata a San Michele Arcangelo divenendo la Chiesa Madre di Sinagra. Fu un intervento necessario quello di ricostruire la chiesa San Michele Arcangelo a Sinagra in quanto, quella esistente in precedenza e costruita all’inizio del XVI secolo, andò distrutta a causa di un terribile alluvione. L’estetica della chiesa fu modificata attraverso un intervento di pittura e con l’innesto di molte decorazioni con stucchi e marmi, come ricordato da una lapide che si trova sulla porta d’entrata.

Architettura e opere d'arte presenti nella Chiesa Madre San Michele Arcangelo a Sinagra

Lo stile della chiesa San Michele Arcangelo a Sinagra non poteva che rispecchiare i canoni architettonici del XIX secolo. L’edificio si presenta con un’unica navata e una pianta a croce latina, abbellito da colonne realizzate in stile dorico. Molti sono stati i rifacimenti parziali che si sono succeduti causa di diversi danneggiamenti ma ciò non ha impedito di evidenziare la sua bellezza. Decisamente pregiato risulta essere un trittico marmoreo del palermitano Gagini risalente a metà Cinquecento, raffigurante la Madonna della Catena, San Michele Arcangelo e San Giovanni Evangelista. Sulla destra, è posizionata una statua di dimensioni ridotte che rappresenta il Padre Eterno benedicente mentre con una mano regge il globo terrestre e sulla sua testa si evidenzia il sacro triangolo.

Interessante anche la statua di marmo della Madonna della Natività, così come anche quella raffigurante il Patrono di Sinagra, San Leone Vescovo realizzata in legno.

All’interno della chiesa non passano inosservati stucchi in stile neoclassico di sicura impronta brontese e altre opere lignee e scultoree che si sono salvate da varie calamità e trasferite in questa chiesa.

Anche coloro che sono a digiuno di opere d’arte, potranno ammirare un bassorilievo con gli Apostoli, un Crocifisso ligneo del Settecento e la statua della Madonna Immacolata scolpita in stile barocco.

Molto bello anche una tela tedesca raffigurante le stazioni della Via Crucis indicate in diverse lingue.
Nell’androne della chiesa San Michele Arcangelo a Sinagra si trova una nicchia all’interno della quale è sistemata la statua di San Nicola di Bari che era anche la denominazione che aveva la precedente chiesa prima di essere danneggiata e rimpiazzata da questa.

Cosa è possibile fare nei dintorni della Chiesa Madre San Michele Arcangelo a Sinagra

Sinagra è una bomboniera meritevole di una visita particolareggiata. Per questo si suggerisce il seguente itinerario. Partendo dalla Chiesa dell’Addolorata, chiesetta costruita verso la metà dell’Ottocento per l’intento di raccogliere opere d’arte e suppellettili provenienti da diverse chiese che patirono i danni di diverse alluvioni.

Posizionato su di un roccioso promontorio dal quale si domina il paesino, si trovano i resti di un castello non molto esteso che fu abitato da diverse famiglie nobili come i Branciforti, gli Joppolo, i Ventimiglia etc. Si riconosce la Torre avente un orologio, una gran parte delle sue mura perimetrali e un cortile. L’edificio veniva completato anche dalla Chiesa di Sant’Antonio di origine normanna e caratterizzata da una severa architettura che prevedeva spigoli di pietra intagliata all’esterno. Al giorno d’oggi la rotonda e i cortili che incorniciano il Castello sono l’ideale ritrovo di innamorati ma anche di appassionati delle Belle Arti in quanto utilizzato come location per molti eventi culturali e ricreativi.

Nella vicina contrada Mezzagosto si eleva il rudere di quella che fu la Chiesa di Santa Maria al cui interno si può vedere un singolare sarcofago in stile bizantino.
Tempo permettendo si può aggiungere come meta anche la Grotta del Beato Diego che si trova sotto il Castello e anche il Palazzo Salleo, edificato in pieno XIX secolo oggi di pertinenza del Comune che lo ha riportato al suo antico splendore.

Come è possibile arrivare alla Chiesa Madre San Michele Arcangelo a Sinagra

In auto: da Messina prendere la A20/E90 fino a Brolo e proseguire sulla SS112 e sulla SP146 bis fino a Sinagra.

Recensione

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Aperto
  • Lunedì Open
  • Martedì Open
  • Mercoledì Open
  • Giovedì Open
  • Venerdì Open
  • Saturday Open
  • Sunday Open

Tutte le fasce orarie sono riferite al fuso orario locale

Scopri di più sulla città di

Sinagra

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti