Chiesa Madre di Alimena

  • Religiosi

La Chiesa Madre Santa Maria Maddalena ad Alimena è senz'altro un edificio dal notevole significato religioso, con un aspetto alquanto particolare. La struttura storica si trova nel cuore della straordinaria regione della Sicilia, capace di dare tanti spunti di interesse a chiunque decida di visitarla. Scopriamo insieme i tratti salienti di un luogo capace di suscitare emozioni forti.

La storia della Chiesa Madre di Alimena

La Chiesa Madre di Alimena ha una storia che parte da molto lontano. La sua costruzione iniziò nel 1725 e si concluse dopo sei anni. Fu il principe di Belvedere Vincenzo Del Bosco a volere fortemente un centro religioso per ricordare la Santa Patrona Maria Maddalena. La chiesa è testimonianza autentica dell'età feudale, dato che la parte esterna mette in mostra i tre stemmi delle principali famiglie di quel periodo.

Nel corso dei secoli, non sono mancate le ristrutturazioni dal forte significato storico e culturale. Nel 1918, la porta principale della Chiesa Madre Santa Maria Maddalena ad Alimena è stata sottoposta a una restaurazione sostanziale, con l'aggiunta delle pose di Santa Tedesco. Oggi la chiesa resta un fulcro religioso importante per tutti i fedeli locali e per i visitatori.

Architettura e opere d'arte della Chiesa Madre Santa Maria Maddalena di Alimena

La Chiesa Madre Santa Maria Maddalena custodisce al suo interno vari aspetti dal notevole impatto architettonico. In primo luogo, è possibile apprezzare una navata molto preziosa, estremamente ampia e costituita da tre corridoi. Grazie a questi aspetti, può essere considerata come una sorta di piccola cattedrale. Come detto in precedenza, la porta ha vissuto un forte restyling nel 1918, mentre dietro la chiesa è visibile un campanile bellissimo.

Non appena si entra nella chiesa madre di Alimena, si notano due navate separate da un colonnato. Tale composizione dona al complesso, spazi notevoli e tanta luminosità. Ai lati, ecco gli altari ornati in origine con tele fuori dal comune. Queste ultime, in tempi recenti, sono state restaurate fino a tornare agli antichi splendori. Tutta da ammirare è anche la statua dedicata all'Immacolata del Sorge.

Cosa fare ad Alimena e dintorni

La cittadina palermitana di Alimena mette in mostra diversi aspetti tutti da scoprire. Molto rilevante è l'area dell'ex convento dedicato a Santa Maria di Gesù, così come va visitato il sito archeologico di Balza Areddula. Altro simbolo del paesino è la Chiesa di Sant'Alfonso dei Liguori, che in origine era un'importante torre di avvistamento.

Il territorio locale è a forte connotazione agricola, con una produzione notevole di cereali. Basta spostarsi di poco rispetto alla cittadina per visitare altri luoghi intriganti. Tra questi, vanno segnalate le località di Petralia Soprana, Santa Caterina Villarmosa e Bompietro.

Come raggiungere la Chiesa Madre di Alimena

In auto per arrivare presso la Chiesa Madre Santa Maria Maddalena ad Alimena, basta prendere l'A19 e uscire a Resuttano o Irosa, rispettivamente a 5 e 8 chilometri dalla destinazione. In treno bisogna arrivare alla stazione di Caltanissetta Centrale, con distanza di 23 chilometri.

Recensione

Scrivi una Recensione

Rspondi alla recensione

Aperto
  • Lunedì Open
  • Martedì Open
  • Mercoledì Open
  • Giovedì Open
  • Venerdì Open
  • Saturday Open
  • Sunday Open

Tutte le fasce orarie sono riferite al fuso orario locale

Scopri di più sulla città di

Alimena

Invia segnalazione

Hai già segnalato questo elemento

This is private and won't be shared with the owner.

Alternative disponibili

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Application Form

Claim Business

Condividi

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti