Cosa vedere a Palazzolo Acreide, lungo il percorso nel cuore del borgo

Patrimonio UNESCO e borgo dei sapori, Palazzolo Acreide si trova nel Libero Consorzio Comunale di Siracusa.

E’ una meta non ancora scoperta dal grande turismo di massa, conserva quindi completamente intatte le tradizionali atmosfere del piccolo paese di provincia, un paese, però, pronto a ricevere i suoi visitatori con incredibili bellezze come la Chiesa di San Sebastiano o la Basilica di San Paolo, tra strade e vicoli che dal Settecento si inseguono sulle pendici dei Monti Iblei.

La storia di Palazzolo Acreide

Palazzolo Acreide è oggi un paese di circa 8.000 abitanti in provincia di Siracusa, ma la sua storia è molto antica e per le sue vie hanno camminato i corinzi, gli antichi Greci che fondarono Akrai nel 664 a.C. in seguito divenuta Palazzolo Acreide.

In seguito, arrivarono i Romani, le cui tracce sono visibili nel decumano che taglia da est a ovest la cittadina; inoltre, la zona fu abitata anche dai cristiani, come testimoniano le numerose sepolture ritrovate nel XIX secolo dalle esplorazioni del Barone Judica. Nel IX secolo il territorio fu conquistato dagli Arabi, ma la fase più antica del centro, risalente a prima ancora dell’arrivo dei Greci, è quella che si può individuare dai resti della Pinita, la necropoli pre-greca ancora oggi avvolta nel mistero.

Il centro moderno di Palazzolo Acreide, risale invece al XVIII secolo ed è prevalentemente l’espressione dello stile Barocco che in quel periodo si diffuse in tutta la Sicilia, ma anche qui, come nella gran parte della Val di Noto, gli edifici sono stati quasi completamente costruiti ( o ricostruiti) dopo il 1693, anno in cui il terribile terremoto con una magnitudo-momento di 7,7 colpì e distrusse tantissimi centri della Sicilia orientale.

Nel 2002 alcuni edifici di Palazzolo Acreide vengono dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Cosa vedere a Palazzolo Acreide

Partendo dai due siti UNESCO di Palazzolo Acreide, potrete scoprire le principali bellezze del paese. La Chiesa di San Sebastiano è la Basilica che si affaccia su Piazza del Popolo, dove si svolge la Festa di San Sebastiano. In tutto il Comune, questo è l’edificio sacro più grande e fu costruito tra il 1721 e il 1780 in stile Barocco. All’interno la Basilica custodisce tantissime opere d’arte, come il Martirio di Sant’Agata del Quintavalle, il San Mauro del Tanasi o il San Rocco del Di Domenico, ma gli artisti che contribuirono a rendere magnifica questa Chiesa, tra pittori, scultori e architetti, sono anche molti altri. L’altro monumento Patrimonio UNESCO è la Basilica di San Paolo, costruita nello stesso periodo e custode di tele sacre come il Battesimo di Gesù del Crestadoro, ma anche di opere non certo meno affascinanti, sebbene realizzate da autori ignoti.  La Chiesa Madre di Palazzolo Acreide è invece la Chiesa di San Nicola.

Tra le architetture militari del borgo, vi consigliamo di visitare il Castello Medievale, abbandonato dopo il terremoto, i cui resti si trovano sulla rocca a Nord-Ovest del paese; un altro simbolo dell’antica storia della zona è il Teatro Greco, che si trova nella periferia occidentale di Palazzolo, non lontano dalle Grotte di Senabardo. Il Palazzo Comunale è una delle attrazioni da non perdere in centro, mentre nei dintorni del borgo, troverete il delizioso Museo del Mulino ad Acqua “Santa Lucia” e i centri di Buscemi e Giarratana, da visitare in giornata.

Tra i musei del centro, vi consigliamo di visitare il Museo Archeologico Gabriele Judica e il Museo dei Viaggiatori di Sicilia, per scoprire la storia del territorio e le tappe siciliane del Grand Tour che portò in Sicilia i più grandi artisti d’Europa dal XV al XIX secolo.

Riconoscimenti, tradizioni e sapori di Palazzolo Acreide

Palazzolo Acreide, tappa del Grand Tour e Patrimonio UNESCO è da sempre riconosciuta come meta irrinunciabile per chi visita la Sicilia Sud-orientale. Se nel Museo dei Viaggiatori sono conservate le stampe antiche e i disegni che rappresentavano Palazzolo nei secoli passati, il riconoscimento del 2002 ha consacrato Palazzolo Acreide nell’olimpo della storia dell’arte italiana e oggi chiunque voglia visitare uno tra i più bei borghi della Sicilia orientale deve recarsi a Palazzolo. Qui i visitatori scopriranno anche tradizioni antiche molto amate come il Carnevale, la Pasqua e le Feste dei Santi (in onore di San Paolo, San Sebastiano, San Michele e dell’Addolorata) tra concerti, messe solenni e fuochi d’artificio.

Parlando di un paese della Sicilia, infine, non si può tralasciare almeno un piccolo accenno ai deliziosi piatti della tradizione, che troverete nei menù dei migliori ristoranti di Palazzolo Acreide, come i ravioli con ripieno alla ricotta e carne di suino nero, la salsiccia, ma anche i funghi e il tartufo locale, oltre agli immancabili dolci come cannolo o cassata siciliana.

Come arrivare a Palazzolo Acreide

Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, si raggiunge facilmente in macchina tramite l’Autostrada Catania-Siracusa dall’uscita per Priolo-Gargallo Sud, oppure dall’A18 Messina-Catania, svoltando all’uscita per Melilli.

In alternativa, si può viaggiare in treno fino alla Stazione di Ragusa e poi proseguire verso il centro con bus o navetta.

© Immagine di Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Condividi

Lascia un commento

 

 / 

Sign in

Invia un messaggio

I miei preferiti

Sicily Enjoy Ricevi le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.
non consentire
Consenti